© 2023 by Feed The World. Proudly created with Wix.com

​​Call us:

338.2007190

366.7207772

Associazione Occhiblu onlus

via Antonio Pigafetta 28 - 90123 Palermo

 

Vincitori edizione 2019

Janko Petrovec (Rtv Slovenija) per la stampa estera, Annalisa Camilli (Internazionale) e Francesco Paolucci (TV 2000) per la stampa italiana, e Daniele Bellocchio (L'Espresso), giornalista emergente, sono i vincitori della quarta edizione del Premio giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, dedicato alla giornalista prematuramente scomparsa l’8 luglio 2015. Tema dell’edizione 2019, “Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza”.

Oltre 60 elaborati arrivati, tutti di ottimo livello: contengono testimonianze, fatti e reportage - legati a Lampedusa e al Mediterraneo - inerenti ai valori della solidarietà e dell’integrazione, al fenomeno delle migrazioni, allo sviluppo del turismo e alla bellezza del territorio, alla salvaguardia del  paesaggio e dell’ambiente. Il premio è riservato ai giornalisti italiani iscritti all’Ordine e ai giornalisti stranieri autori di articoli, inchieste e servizi andati in onda e/o pubblicati su carta stampata, tv, radio, agenzie di stampa e testate online.

La manifestazione scatterà il 6 luglio sera con lo spettacolo teatrale “Da questa parte del mare” con Giuseppe Cederna. Il 7 “Lampedus’amore corre”, una passeggiata non competitiva che raggiungerà la Porta d’Europa, il monumento simbolo di accoglienza e integrazione, con la partecipazione degli olimpionici Rachid Berradi e Osama Zoghlami. Nella serata del 7 lo spettacolo musicale con Brunori Sas, Mario Incudine e Chris Obehi. La giornata dell’8 si aprirà all’aeroporto di Lampedusa con il convegno “Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza”, al quale prenderanno parte il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello, il medico ed europarlamentare Pietro Bartolo, giornalisti e scrittori.

La cerimonia di consegna dei premi giornalistici Cristiana Matano, sempre a Lampedusa, in piazza Castello, è prevista alle 21,30 dell’8 luglio. Durante la serata, presentata Simona Branchetti (Tg5) e Salvo La Rosa (Rtp-Tgs) e ripresa da TGS, con la partecipazione dell’attore Ernesto Maria Ponte e del musicista Roy Paci, un premio speciale verrà assegnato ad Amnesty International, l’organizzazione che lotta in difesa dei diritti umani. Riconoscimenti anche alle eccellenze lampedusane e agli studenti delle Pelagie.

 

Lena Klimkeit (Agenzia DPA) si è aggiudicata il premio per il servizio dal titolo ”Gerettet, aber nicht befreit: Wenn in Europa die nächste Holle wartet”, in cui la Klimkeit, invitata sulla nave Acquarius, “racconta senza enfasi e con linguaggio da cronista la storia di alcune ragazze nigeriane, tra cui Blessing, venduta a un mercante di uomini, violentata e portata in un lager”.